Quanto costa aprire un e-commerce e vendere online?

Quando si tratta di aprire un e-commerce, ci sono tante domande a cui dare risposta. In primis, quanto costa aprirlo? Quanto bisogna investire nella progettazione e realizzazione della piattaforma e-commrce? Quali sono i costi effettivi per vendere online? Queste soltanto alcune delle domande, ma le risposte non hanno la stessa valenza per tutti.

Quali sono i costi reali di un e-commerce?

Non c’è una spesa fissa per aprire un e-commerce. Potrebbero bastare 1.000 euro oppure potrebbe servire qualche milione di euro. Tutto dipende dalla piattaforma e soprattutto dagli obiettivi da raggiungere.
I mercati sono diversi gli uni dagli altri, e la stessa cosa vale per i costi di gestione. Quindi, prima bisogna decidere quale sarà il mercato di riferimento e poi analizzare il progetto da realizzare.

L’analisi parte dal valutare i costi da sostenere e i possibili guadagni. Ovviamente, tale analisi deve sempre essere finalizzata ai guadagni finali.

Costo dell’e-commerce per aprire la vendita on line

Aprire un e-commerce non significa soltanto sostenere i costi relativi allo sviluppo del sito Web. Bisogna anche considerare altri costi aggiuntivi, come quelli su eventuali investimenti per migliorare diverse funzionalità, sull’ottimizzazione dell’esperienza utente, per non parlare dei costi inerenti alle strategie di marketing e alla sicurezza della piattaforma.

Conoscere esattamente l’entità dei costi da sostenere per l’apertura di un e-commerce aiuta a calcolare quanto investimento in termini di denaro sarà necessario per avviare l’idea di business online. Il problema è che i fattori da considerare sono veramente tanti, e tutti incidono in misura differente sulla creazione e apertura di un e-commerce.

Quindi diventa necessario stabilire un chiaro piano di business, altrimenti il rischio è di spendere troppo senza sapere effettivamente quanto costa un e-commerce.

Vuoi aprire il tuo nuovo sito web o e-commerce e vuoi dei consigli per scegliere il nome a dominio? Clicca qua per leggere l’articolo

L’influenza delle piattaforme e-commerce sui costi

La complessità o la semplicità di una piattaforma e-commerce influenza immancabilmente i costi per la realizzazione. È ovvio che la piattaforma, per attirare potenziali clienti, deve essere valida e adatta alle esigenze specifiche.

Per fortuna, il mercato delle soluzioni e-commerce offre l’imbarazzo della scelta su uno specifico settore di vendita. Sono presenti soluzioni integrate che si basano sui sistemi ERP, offerte Software as a Service (SaaS), le quali sono progettate per facilitare il compito di configurazione della soluzione di e-commerce scelta.

Entrando nello specifico dei costi, le offerte Saas di Shopify sono quelle più basse, e partono dai 20 euro/mensili. Non bisogna installare nulla poiché la piattaforma è già presente sui loro server. Quindi, basta soltanto avviare l’e-commerce online e il risultato è centrato.

Ci sono offerte più personalizzabili, come quelle di WordPress o Prestashop, le quali però non possono essere configurate se non si possiedono delle specifiche competenze tecniche. Il vantaggio che offrono, però, è un sito di e-commerce di proprietà e dalle potenzialità enormi.

Una soluzione questa che ha però dei costi elevati, che partono da 1.500/2000 euro. Alcune agenzie Web si occupano di avviare immediatamente il sito e-commerce, aiutano ad impostarlo e incorporano formazioni di base e configurazioni varie.

WordPress e Woocommerce

Tra i Content management system (CMS) più utilizzati al mondo figura WordPress. È gratuito e può essere utilizzato come soluzione ideale all’interno di una progettazione di e-commerce. Soltanto che ha bisogno di un plug-in, e il più famoso e utilizzato al mondo è Woocommerce.

La combinazione e la facile gestione di questi due elementi hanno dato un contributo enorme al modo in cui gli utenti acquistano. Ciò è possibile grazie alla facilità con viene gestito il carrello e con cui recuperare i carrelli persi, oltre a vari suggerimenti su prodotti simili a quelli appena acquistati. (link diretto al sito ufficiale)

Prestashop

PrestaShop è un CMS open source che viene utilizzato per creare siti di e-commerce. Nato nel 2007, PrestaShop si è subito differenziato dagli altri CMS perché pensato esclusivamente per lo sviluppo e la gestione degli e-commerce.

Effettivamente, viene spesso presentato come l’unica e migliore soluzione per vendere online. Il paragone con WordPress non esiste in quanto Prestashop progetta soltanto e-commerce, e anche molto bene. (link diretto al sito ufficiale)

In che modo le scelte di web design influiscono sui costi dell’e-commerce

Ci sono molte piattaforme, soprattutto quelle con offerte SaaS, che offrono diverse soluzioni di design, temi o modelli che chiunque può applicare con estrema facilità al proprio sito.

Ovviamente, nonostante facciano egregiamente il loro lavoro, sono pur sempre soluzioni economiche e rapide per chi ha fretta di iniziare a vendere online oppure per chi ha un budget molto limitato.

Quindi, costi ridotti sicuramente, ma anche innumerevoli svantaggi. Uno fra tutti è la non titolarità della piattaforma e un’assistenza tecnica che si paga oppure che risulta pessima.

In generale, la spesa sostenuta parte da zero fino a 250 euro per l’acquisto di un tema, mentre per apportare modifiche e personalizzare la piattaforma, il costo se hai le capacità parte da 0 e può arrivare fino a 10.000 euro o anche di più a seconda del professionista che se ne occupa e dalle richieste di customizzazione che il committente richiede.

Come incidono la programmazione e le funzionalità personalizzate sul costo finale?

Moduli o estensioni vengono offerte da diverse piattaforme, le quali consentono l’utilizzo di alcune funzionalità che sono state sviluppate da altri, con costi nettamente inferiori rispetto a quelli che si spenderebbero per uno sviluppo interno.

Quindi, prima di sviluppare un codice personalizzato per il proprio sito Web, è sempre opportuno controllare se ci sono online estensioni disponibili. Purtroppo, non è tutto oro ciò che luccica. Ci sono molte estensioni sviluppate o implementate male, e incappare in una di queste è abbastanza facile.

Oltre a estensioni e plug-in conosciuti, chiamare in causa un team di programmatori per sviluppare il sito è molto costoso. È ovvio che, essendo dei professionisti, il codice sviluppato sarà sicuro e stabile.

Ad esempio, durante l’aggiornamento del motore del sito, le estensioni potrebbero funzionare male o smettere di farlo. I plug-in precompilati possono venire in aiuto, ma forse sarebbe meglio creare estensioni ad hoc personalizzate.

L’influenza dell’hosting web sui costi di e-commerce

Il web hosting è fondamentale per tutti i siti Web poiché, al suo interno, vengono archiviati i dati appartenenti a ogni piattaforma. Quindi sarà necessario possedere un nome di dominio con due percorsi distinti: sito web di e-commerce self-hosting e piattaforme di eCommerce SaaS. Vediamoli entrambi.

Sito web di e-commerce self-hosting

Come affermato in precedenza, WooCommerce è la piattaforma di e-commerce più famosa al mondo. È anche disponibile come software gratuito, quindi può essere utilizzato per creare uno ex-novo. In questo caso, i costi di hosting sono soggetti a minore variazione rispetto ad altri. Ma quali altri vantaggi offre? Eccoli di seguito:

  • si può costruire in completa libertà il sito di e-commerce;
  • il risparmio di soldi è notevole poiché si paga soltanto ciò di cui si ha bisogno;
  • le vendite sono illimitate, si possono aggiungere quanti più prodotti possibili e si può utilizzare qualsiasi piattaforma di gateway pagando.

Ci sono, però, diversi utenti che trovano questa soluzione poco pratica e propendono per una soluzione su misura: le piattaforme di e-commerce Saas.

Sei interessato all’argomento e vuoi conoscere il costo di un normale sito web all’anno? Clicca qua per leggere l’articolo

Piattaforme di eCommerce SaaS

Per questo tipo di piattaforme non è richiesta l’installazione, la gestione o l’hosting, poiché quest’ultimo è già incluso nel prezzo del software. Shopify e BigCommerce sono le due piattaforme di e-commerce più famose.

Le piattaforme da loro offerte sono facilissime e altamente scalabili per la vendita di prodotti online. Inoltre sono inclusi gli SSL, ma il nome di dominio andrà acquistato separatamente. Il costo di un sito Shopify va da 29 euro fino a 300 euro al mese. Ogni piano tariffario offerto da entrambe le piattaforme prevede un diverso set di funzionalità. (link al sito ufficiale)

Le piattaforme più usate al mondo per vendere online sono woocommerce, prestashop e shopify. Ma attenzione possedere un e-commerce non significa necessariamente vendere al 100% le variabili in gioco sono moltissime!

L’elaborazione dei pagamenti su un sito e-commerce

L’errore che commettono diverse persone quando devono aprire un sito di e-commerce è di non considerare le commissioni che gravano sull’elaborazione dei pagamenti. Ciò ha un impatto non indifferente sull’attività poiché va a influire negativamente sui costi e sui profitti.

Invece, scegliendo WooCommerce, si otterranno diverse integrazioni di pagamento nella piattaforma. In pratica, il self-hosted garantisce ai siti Web il libero utilizzo di qualsiasi gateway di pagamento.

Come impostazioni predefinita, WooCommerce comprende PayPal e Stripe, ma si possono scegliere altre soluzioni di pagamento come estensioni. Le commissioni di elaborazioni sono l’unica cosa da pagare al servizio di gateway scelto. Le tariffe variano in base a diversi fattori, come le valute, i servizi o i Paesi.

Costi di progettazione dei siti Web e-commerce

La crescita del settore e-commerce è veramente notevole. I negozi online che ogni giorno aprono rappresentano una forte concorrenza per ogni area di attività. Per cercare di batterli, bisogna pensare in grande. È qui che il design entra in gioco.

Un sito Web che fa del design professionale il suo cavallo di battaglia, incentrandolo principalmente sul cliente, ha già una base di partenza ottima per arrivare prima della concorrenza.

Siccome molte persone non hanno competenze in materia di web design, giustamente si chiedono in che modo crearne uno che aiuti il loro negozio online ad aumentare le vendite.

Per fortuna, la stragrande maggioranza delle piattaforme di e-commerce è a conoscenza di questa problematica e ha pensato di offrire siti Web già pronti. Agli amministratori dei negozi online non resta altro che personalizzare i layout utilizzando semplicemente alcuni strumenti di trascinamento della selezione.

Sono disponibili all’acquisto anche dei design di alto livello che possiedono funzionalità aggiuntive, layout unici e supporto prioritario. In alternativa, si può ingaggiare uno sviluppatore che si occupi di dare al sito Web un aspetto personalizzato sia a livello grafico che di funzionalità.

Quanto costa aprire un e-commerce e vendere online?

Elenco costi indicativi per aprire un e-commerce e vendere online suddivisi per piattaforma.

Costo realizzazione e gestione E-commerce Piattaforma SaaS

  • E-commerce Piattaforma SaaS a partire da 27,00 Euro al mese e  1,9% del fatturato + 0,25 Euro a transazione
  • Customizzazione Piattaforma SaaS spesa media ipotizzabile 2000,00 Euro una tantum
  • Manutenzione Piattaforma SaaS a partire da 0,00 Euro all’anno
  • Ottimizzazione SEO Piattaforma SaaS a Partire da 2000,00 Euro all’anno

Costo realizzazione e gestione E-commerce Worpdress + Woocommerce

  • Hosting WordPress + woocommerce a partire da  100,00 Euro all’anno
  •  Realizzazione E-commerce WordPress + woocommerce professionale spesa media ipotizzabile 3000,00 Euro una tantum
  • Ottimizzazione SEO WordPress + woocommerce  a partire da 2000,00 Euro all’anno
  • Manutenzione E-commerce WordPress + woocommerce  piccole dimensioni  a partire da 300,00 Euro all’anno

Costo realizzazione e gestione E-commerce PrestaShop

  • Hosting PrestaShop a partire da  100,00 Euro all’anno
  •  Realizzazione E-commerce PrestaShop professionale spesa media ipotizzabile 4000,00 Euro una tantum
  • Manutenzione PrestaShop piccole dimensioni a partire da 500,00 Euro all’anno
  • Ottimizzazione SEO PrestaShop a partire da 2000,00 Euro all’anno

Costo realizzazione e gestione E-commerce grandi dimensioni

  • Hosting E-commerce grandi dimensioni non ipotizzabile nessun costo senza un’attenta analisi del progetto
  • Realizzazione E-commerce grandi dimensioni non ipotizzabile nessun costo senza un’attenta analisi del progetto
  • Manutenzione E-commerce grandi dimensioni non ipotizzabile nessun costo senza un’attenta analisi del progetto
  • Ottimizzazione SEO E-commerce grandi dimensioni non ipotizzabile nessun costo senza un’attenta analisi del progetto

In definitiva i costi come è ben capibili sono molto variabili e per non ritrovarsi immersi in una jungla di problemi e di decisioni da prendere che rischiano di far disperdere il budget investito  è sempre e dico sempre chiedere un parere ad un professionista per rispondere con esattezza alla domanda “Quanto costa aprire il mio un e-commerce e vendere online?”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.